Select Language:

Comune di Montebello Vicentino

Montebello Vicentino si trova al confine con la Provincia di Verona. Il Comune è situato ai piedi dei Monti Lessini, all’imbocco della valle del Chiampo, poco distante anche dai Colli Berici. È attraversato dal torrente Chiampo, dal fiume Guà e dal Rio Acquetta.

Secondo l’interpretazione più attendibile, “Aureos montes” era in origine il nome del centro abitato e, dopo successive trasformazioni, di questa locuzione ne ha mantenuto solo il significato. Montebello quindi significherebbe proprio bel monte, contrariamente a quanto sostenuto da altri storici, secondo i quali il nome Montebello deriva da “mons belli”, monte della guerra, ma non c’è alcuna guerra alla quale l’origine del nome possa fare riferimento.

Il paese è oggi un ricco centro agro-industriale, che realizza un felice connubio tra una tradizionale coltivazione agricola, finalizzata soprattutto alla produzione vinicola, ed una moderna industrializzazione che ha favorito l’ampliamento degli scambi a livello internazionale e creato in questi ultimi trenta anni ampi spazi occupazionali. I vini maggiormente prodotti sono il Durello,la Cicogna eil Bocara.

Villa Valmarana-Zonin, costruita nel 1707 per volontà del conte Valmarana, con la sua maestosa facciata decorata con statue sulla sommità, conferisce magnificenza all’intera via che la ospita. Raggiungendo Piazza Italia non si può non accorgersi della Loggia Comunale, un edificio dall’aspetto solenne, costruito nel 1677, che conserva le lapidi degli eroi del Risorgimento e dei cittadini illustri. Il lato nord è occupato dalla Chiesa di San Giovanni Battista e dal campanile, che nel tempo hanno subito profondi restauri perdendo l’originario assetto architettonico. Pregevole è anche la Chiesa Prepositurale, il cui progetto si deve a Giorgio Massari di Vicenza. Degna di nota è, sicuramente, la Madonna di Montebello, risalente al XV secolo.
Percorrendo le vie centrali del paese si possono notare facciate in stile, poggioli, finestre di vario tipo ed epigrafi che ricordano eventi e personaggi storici. Oltre all’itinerario culturale del centro storico sono presenti anche quelli di tipo naturalistico avventurandosi tra il maestoso verde che circonda il territorio cittadino. Il paesaggio naturalistico si compone di piccoli sentieri che abbracciano i diversi punti del territorio. Uno di questi conduce sul culmine della dorsale collinare, passando in mezzo a straordinarie distese di vigneti, dove si scorgono i paesi limitrofi, per condurre poi al centro cittadino.