Select Language:

Comune di Schio

Schio è per numero di abitanti il terzo Comune della Provincia di Vicenza, situato all’imboccatura della Val Leogra e attorniato da un anfiteatro montagnoso che ha sfavorito lo sviluppo di culture contadine e commerciali a vantaggio dello sviluppo industriale (specialmente dell’arte laniera) come mezzo di sostentamento. L’origine del toponimo Schio sembra derivi da “ischi”, una sorta di querce “Ascledum”.
L’antica cultura rurale, ancora presente a Schio, è testimoniata soprattutto dalla presenza di molte contrade nei suoi colli e montagne. Il territorio è caratterizzato da un’ampia presenza mineraria nel sottosuolo, sfruttato dall’uomo fin dall’antichità, richiamando numerose popolazioni e favorendone l’insediamento.

Schio presenta un biglietto da visita importante sotto il profilo gastronomico, tutto da scoprire. La cucina conserva il sapore antico ed è ricca di stimoli e di profumi, di prodotti dell’aia e della stalla, dei boschi e dei campi. La sopressa, eccellente antipasto di carni di maiale insaccate crude e stagionate alle rigide temperature dei monti Pasubio e Novegno che coronano la città, e la farina di grano maranelo, oro giallo che si trasforma in bionda polenta, sono due importanti esempi della culinaria locale. Meritano una citazione a parte i prodotti enogastronomici di Schio che possono vantare il riconoscimento DE.CO. (Denominazione Comunale): i formaggi Castelgrotta e CatelBio, il Caprino di Grotta, il vino Durello Ascledum.

Schio ospita sagre e manifestazioni legate alla valorizzazione dei prodotti enogastronomici del territorio, come: Sapori Dop, una mostra mercato con degustazione di prodotti eno-gastronomici locali; Gnocchi a Tutta Birra; Campigolando, una passeggiata con guida, ristori e punti assaggio di prodotti tipici; Scopriamo l’autunno nei campi, tutti in bici tra i campi e le aziende agricole; La Montagna in Città, mostra-mercato delle produzioni tipiche della Valleogra e del biologico italiano; Fiera d’Autunno, mostra-mercato dei prodotti alimentari locali e dell’artigianato del territorio.